slide ortodonzia

Ortodonzia

Studio e terapia per la posizione anomala dei denti

Apparecchio ai denti: istruzioni per l’uso!

Avviare una terapia ortodontica durante la crescita, dai circa sei anni fino all’età dello sviluppo, è molto importante. Mettere l’apparecchio in questa fase, in cui le ossa del bambino sono ancora in crescita, consente di ottenere risultati più stabili nel corso della vita e con maggiore facilità.

Ma quando a noi genitori ci dicono “ Suo figlio ha bisogno dell’apparecchio!”In realtà che cosa avrà visto il dentista nella sua bocca?!?

Per fare chiarezza è necessario quindi presentarvi una breve sintesi delle problematiche che più frequentemente ci troviamo a comunicare al genitore quando osserviamo la bocca dei nostri baby pazienti!

Le “famose” Malocclusioni

Le malocclusioni sono legate a un anomalo rapporto tra i denti dell’arcata superiore e quelli dell’arcata inferiore. Ecco alcuni esempi di malocclusioni che possono richiedere il ricorso a una terapia ortodontica:
1) morso aperto: gli incisivi superiori non contattano quelli inferiori quando la bocca è chiusa (rimane un’apertura tra le arcate);
2) morso profondo: a bocca chiusa gli incisivi dell’arcata superiore coprono in modo eccessivo o completamente quelli dell’arcata inferiore;
3) progenismo della mandibola: sporgenza in avanti dell’osso mandibolare. Nei casi più gravi è presente un morso inverso anteriore;
4) overjet aumentato: i denti superiori sono spostati molto in avanti rispetto agli inferiori (i cosiddetti «denti a coniglietto»);
5) crossbite: malocclusione associata al palato stretto, in cui i denti inferiori «chiudono» in posizione più esterna rispetto ai superiori.

malocclusioni in ortodonzia

Quando mettere l’apparecchio?

LASCIATEVI GUIDARE…

L’ideale è fare una prima visita ortodontica intorno ai 4/5 anni.

Durante la crescita diversi fattori, quali una scorretta respirazione e un posizionamento improprio della lingua o delle labbra, possono generare disallineamenti dei denti. Individuare già a 4-5 anni di età i segni di una disfunzione significa migliorare la possibilità di una crescita armonica e corretta delle strutture scheletriche del volto del bambino.

COSA OSSERVARE NEL VOSTRO BAMBINO GIA’ DAI 4-5 ANNI

Se tiene abitualmente la bocca aperta…

Se quando sorride scopre troppo la gengiva dell’arcata superiore …

Se ha l’abitudine di succhiare il pollice o ha usato il ciuccio oltre il tempo normale…

Se quando sorride non riuscite a vedere i denti inferiori

Se gli incisivi superiori sporgono troppo in avanti o se al contrario sono gli incisivi inferiori a chiudere davanti rispetto a quelli superiori.

…il vostro bambino potrebbe aver sviluppato una malocclusione ed essere a rischio di avere un’alterata crescita delle strutture cranio facciali, con ripercussioni estetiche, funzionali e della masticazione.

In presenza di problemi come crossbite o progenismo mandibolare occorre un intervento precoce, a volte anche prima dei 6 anni. Se bisogna ampliare le arcate dentarie in genere la prima fase di intervento può essere realizzata già tra i 7 e i 9 anni, per poi completare con l’allineamento dei denti quando saranno erotti (usciti) altri denti permanenti, in media dopo i 10 anni.
Per altri tipi di malocclusione (per esempio mandibola di dimensioni ridotte) si possono attendere i 9-10 anni.
Se si hanno i denti disallineati, ma le arcate dentarie hanno forma e posizione regolare, si può procedere all’allineamento anche più tardi, dopo l’eruzione di tutti i denti definitivi (tranne quelli del giudizio), di solito tra i 12 e i 14 anni.

N.B. Questo ultimo punto per me è estremamente importante! Non desidero affatto che i miei pazienti siano martoriati da anni e anni di apparecchio ai denti!!! La terapia deve essere mirata: si inizia solo quando è davvero il momento giusto, questo ci permette di essere più efficaci e con tempi di trattamento ridotti!

 

I tipi di apparecchio

bambini a testa in giùNel nostro studio applichiamo diversi tipi di apparecchi, sarà poi una accurata visita ortodontica a indicare il più adatto e le modalità di trattamento:

1) Quando ci troviamo di fronte a bambini di 4-5 anni, in età prescolare, dobbiamo catturare la loro collaborazione giocando, proponendogli qualcosa che possano mettere e togliere da soli e che soprattutto non faccia male! A questo serve l’ortodonzia preventiva ed intercettiva.

LA SOLUZIONE C’E’… E SENZA APPARECCHIO FISSO.

Parliamo di dispositivi preformati, mobili che vanno indossati solo in alcuni momenti della giornata.

Non fa male!
Realizzati in morbido materiale plastico, si indossano senza dolore e senza alcun fastidio

Niente cose complicate!
Si possono usare durante il giorno, guardando la tv o facendo i compiti. Ma soprattutto durante il sonno.

Veloce ed efficace
Perché il dispositivo sia efficace deve essere usato, indossandolo 2-4 ore al giorno e tutta la notte si apprezzeranno presto i risultati.

Su misura per l’età del bambino e per la problematica occlusale
Tutti i dispositivi sono preformati, disponibili in molte misure, per adattarsi perfettamente alle dimensioni della bocca: sceglieremo il dispositivo e la misura idonea a risolvere il caso specifico.

L’ORTODONZIA INTERCETTIVA FUNZIONA!!!!

2) Dispositivi ortopedico-funzionali: possono essere applicati dai 5 anni, esistono tipologie fisse oppure mobili, intra-orali/ extra-orali.
Intervengono sui rapporti scheletrici tra le arcate dentarie del paziente in crescita. Tra questi dispositivi troviamo sicuramente l’ ESPANSORE PALATALE (leggi l’articolo per saperne di più!) Nella figura 1, un esempio di dispositivo extra-orale indicato per il trattamento di casi gravi di progenismo mandibolare;

3) Apparecchi per l’allineamento dei denti, intervengono sui denti permanenti (ovvero i denti da adulti). Possono essere di due tipologie:
Ortodonzia tradizionale fissa: le famose “stelline” ovvero i brackets da applicare sulla superficie esterna dei denti.
Ortodonzia mobile invisibile: allineatori ortodontici trasparenti, figura 2; Leggi sotto per ulteriori approfondimenti su questo rivoluzionario modo di allineare i denti in modo comodo e invisibile!!

4) Dispositivi ausiliari quali elastici inter-mascellari, miniviti di ancoraggio temporaneo, o particolari apparecchi intra-orali, da abbinare ai brackets e agli allineatori (nella figura 3 minivite per ancoraggio ortodontico con elastico inter-mascellare);

5) dispositivi di contenzione (fissi o rimovibili) per mantenere il risultato raggiunto, da indossare dopo la fine del trattamento ortodontico (nella figura 4 esempio di retainer fisso usato come contenzione ortodontica).

Consiglio per liberarsi presto dall’apparecchio!
Per il successo del trattamento ortodontico è fondamentale portare gli apparecchi mobili o gli elastici inter-mascellari per il numero di ore indicato dall’operatore.

In alcuni casi, alla terapia ortodontica, può essere associato un trattamento con un altro operatore, per esempio il logopedista, intervento che può essere fondamentale per ripristinare la corretta posizione della lingua.

In genere, alla fine di un trattamento ortodontico, viene prescritto l’uso di un apparecchio di contenzione per mantenere i denti nella nuova posizione. È di fondamentale importanza indossare il dispositivo, altrimenti si rischia una recidiva.
Nell’adolescente, la contenzione può durare fino alla maggiore età o comunque al completamento dello sviluppo cranio-facciale.

Paziente ortodonzia Studio Dentistico Mari – Età 6 – 12 anni

Inizio cura

Paziente Ortodonzia Studio Mari - prima

Durante e fine cura

Paziente Ortodonzia Studio Mari - dopoPaziente Ortodonzia Studio Mari - dopo

allineatore invisibile ortodonziaPotrai indossare le mascherine con la sicurezza di non dover cambiare le tue abitudini, senza provare alcun fastidio e con la tranquillità di un risultato altamente predicibile.

Facile da usare
E’ facilmente rimovibile per garantire la massima igiene orale e per consentirti di consumare i pasti in totale libertà.

Veramente invisibile
L’esclusivo materiale garantisce elevata flessibilità e lo rende fino al 17% più trasparente di qualsiasi altro allineatore. L’assenza di difetti strutturali, corretti e verificati manualmente prima della consegna al cliente, permette alla luce di passare fino al 20% in più rispetto a quanto avviene con altri allineatori, per un effetto ancora più naturale.

Cromaticamente stabile
Le ricerche e gli studi pubblicati dimostrano che anche in condizioni estreme la superficie perfettamente liscia e le proprietà del materiale garantiscono assenza di ritenzione di pigmenti: per questo le mascherine mantengono inalterata la loro trasparenza nel tempo.

Risultati predicibili
Grazie al contatto completo tra le mascherine e la tua arcata il controllo dei movimenti dentari è molto preciso e i risultati altamente predicibili. Attraverso un esclusivo visualizzatore 3D il tuo dentista potrà mostrarti il piano di trattamento in cui vedrai il progressivo spostamento dei denti fino al risultato ottimale pianificato.

Massimo comfort
Lo indossi e non si sente, grazie all’elevata elasticità, ai margini arrotondati e privi di rugosità. I bordi sono rifiniti a mano con particolare cura attraverso una speciale tecnica messa a punto dalla Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia di Ferrara.

Perfetta aderenza
Indosserai ogni mascherina senza che nessuno se ne accorga, perché si adatta precisamente all’arcata. Le forze impresse, seppur leggere, sono trasmesse completamente, per un controllo totale dei movimenti dentari.

Superficie cristallina e omogenea
Realizzato esclusivamente in Italia mediante stampanti tridimensionali di ultima generazione, ogni allineaotore è rifinito e controllato a mano, garantendo che sia cristallino e liscio, senza bolle o altre fastidiose imperfezioni.

allineatore invisibile ortodonzia100% Made in Italy
Studiato e progettato dall’Università degli Studi di Ferrara, realizzato a Padova. Un apparecchio interamente prodotto in Italia e controllato in ogni fase della lavorazione.

Ricerca Scientifica
Frutto della ricerca pluridecennale condotta dal team del prof. Siciliani presso l’Università di Ferrara. Uno studio sui pazienti che si perpetua negli anni e che ha permesso di analizzare ogni aspetto di questo trattamento, apportando continue evoluzioni fino a renderlo il sistema di mascherine trasparenti più avanzato attualmente proposto nel mercato.

Delicato ed elegante
Indosserai gli allineatori ortodontici senza che nessuno se ne accorga. Grazie alle sue caratteristiche di massima trasparenza e aderenza, potrai portarlo con discrezione continuando a sorridere e parlare come prima.

DOMANDE FREQUENTI

1. COS'È L’ORTODONZIA INVISIBILE?

E’ un sistema invisibile di mascherine per farti tornare a sorridere, allineando i tuoi denti come hai sempre desiderato. Il tuo dentista elabora il piano di trattamento completo, dalla posizione iniziale dei denti fino alla posizione finale desiderata.
Viene quindi realizzata una serie di allineatori trasparenti su misura per te, che dovrai indossare tutto il giorno e la notte per circa due settimane prima di essere sostituito dalla coppia successiva, fino al raggiungimento del risultato pianificato.

2. GLI ALLINEATORI TRASPARENTI POSSONO RISOLVERE IL MIO PROBLEMA?

Grazie a questa nuova metodica ortodontica è possibile trattare casi semplici e casi complessi, ma in ogni caso è sempre necessario rivolgersi al professionista, così da individuare attraverso un dettagliato studio dl caso quale sia la scelta terapeutica migliore per te..

3. CHE VANTAGGI OFFRE IL NOSTRO SISTEMA DI ALLINEATORI TRASPARENTI RISPETTO AGLI ALTRI ALLINEATORI?

I vantaggi sono davvero tanti. Leggi il paragrafo “Perchè scegliere i nostri allineatori trasparenti” in questa stessa pagina

4. QUANTO COSTA UN TRATTAMENTO?

Come per qualsiasi trattamento ortodontico, il costo dipende dalla complessità e dalla tipologia del caso, ma è generalmente paragonabile a quello dei trattamenti con apparecchi fissi tradizionali. In seguito alla realizzazione del set up virtuale, si possono verificare quanti allineatori sono necessari per risolvere il caso e da questo dipenderà il preventivo economico.

5. PERCHÈ FUNZIONA?

Gli allineatori controllano l’entità e i tempi del movimento dei denti; lo spostamento dei denti avviene in modo delicato, controllato e graduale.
In ciascuna fase solo alcuni denti dovranno spostarsi, come definito dal piano di trattamento iniziale. Il risultato è un sistema di forze leggere e costanti, molto efficaci per spostare i denti nella posizione prescritta.

6. QUANTO SPESSO DOVRÒ TORNARE DAL MIO DENTISTA DURANTE IL TRATTAMENTO?

Gli appuntamenti dei pazienti sono mediamente rapidi e avvengono ogni 4-6 settimane, per consentire al medico di verificare l’andamento del trattamento e per consegnare la coppia successiva di allineatori.

7. COME MI DEVO COMPORTARE DURANTE I PASTI?

Gli allineatori sono rimovibili ed è fortemente consigliato mangiare senza indossarli, per prevenire il rischio di pigmentazioni da coloranti alimentari. Per l’igiene orale ciò rappresenta un grande vantaggio rispetto agli apparecchi tradizionali con bracket e fili.
Prima di indossare nuovamente i tuoi allineatori ricorda di effettuare una corretta e completa pulizia dei tuoi denti.

8. POSSO FUMARE INDOSSANDO LE MASCHERINE?

Il fumare è sconsigliato, perchè il fumo di tabacco può macchiare le mascherine, compromettendo la loro trasparenza.

9. POSSO MASTICARE IL CHEWING GUM?

Masticare qualsiasi cibo, in particolare il chewing gum, non è consigliato mentre si indossano gli allineatori, perché potrebbe attaccarsi.

10. POSSO LAVARE I MIEI ALLINEATORI?

Gli allineatori devono essere lavati prima di ogni inserimento utilizzando uno spazzolino a setole morbide con acqua fredda (mai calda) e una piccola quantità di dentifricio. Quindi vanno ben sciacquati. E’ importante non usare prodotti per la pulizia delle protesi dentarie per pulire gli allineatori e non immergerli nel collutorio. Questi prodotti, infatti, possono danneggiare la superficie dell’allineatore opacizzandolo e rendendolo più visibile.

11. QUANTO DURA IL TRATTAMENTO?

Il tempo richiesto per completare il trattamento è fortemente variabile in funzione della complessità di ciascun caso, ma generalmente tra gli 8 e i 12 mesi. Con il tuo dentista potrai da subito capire l’entità del problema, valutare le opzioni e il piano di trattamento studiato per te.

12. CON QUALE MATERIALE È REALIZZATO?

Il sistema F22 è progettato digitalmente e successivamente stampato con un materiale termoplastico resistente, elastico e biocompatibile, certificato per uso medicale.

13. COSA SUCCEDE DOPO LA FINE DEL TRATTAMENTO?

Alla fine del trattamento progetteremo il tuo percorso di contenzione: ti permetterà di mantenere il risultato raggiunto dai tuoi denti, proteggendoli dal naturale ritorno graduale alla loro posizione di partenza.